6.2.07

saturday night...


...o sabato pomeriggio?

andare in disco il sabato pomeriggio ormai forse non usa più, ma all’inizio degli anni ’90 si faceva, e molto. noi quattordicenni torinesi alle nostre prime esperienze danzerecce sfuggevamo alla neve al valentino rifugiandoci nei caldi antri del palace, oppure, prima di una serata di festa a casa di qualcuno, ci rinchiudevamo all’ethos, o posti simili.

gli anni ’90 sono i nostri anni, quelli dei nati a metà degli anni ’70, reduci da una sbornia infantile anni’80 che ci rimane nel cuore, ma l’adolescenza, quella dura, vissuta tra il ’90 e il ’94 in una prima fase, quella del liceo, e poi tra il ’96 e il ’99 in una seconda, quella universitaria.

per me personalmente gli anni tra il ’90 e il ’94 sono stati tra i più importanti della mia vita. e quegli anni, soprattutto i primi 2/3, sono accompagnati da una colonna sonora legata, come dicevo, ai luoghi da sabato pomeriggio, per trasformarsi in luoghi del sabato sera, quelli dove potevi stare fino all’1 di notte perchè avevi il permesso dei genitori. per noi torinesi il punto di riferimento di quegli anni era l’area.

l’area era un orrendo locale in una traversa di via po dove si svolgevano le più incredibili nefandezze adolescenziali: ubricature e risse, l’ascesa di paolo piccardo a re della notte torinese, la comparsa dei colonelli delle pr come tale luca gandin, l’istituzione di concorsi imbarazzanti ma a loro tempo splendidi come “miss alfieri”, le feste “comandate” tipo “la festa di natale”, le prime lingue intrecciate, ecc...

poi l’area è defunta e le persone si sono sparpagliate. locali torinesi tipo rock city, il fellini, il don carlos sono stati da me frequentati pochissimo. la diaspora si è poi ricongiunta negli anni universitari torinesi con un ritorno al palace. per noi emigrati, a milano, c’erano orrendi posti trendissimi da me mai frequentati.

in ogni caso, l’obiettivo di questo post non è quello di fare la ricerca del tempo perduto degli anni’90, ma creare una playlist definitiva della musica che ci ha accompagnato mentre ci crescevano i primi baffazzi, ci si masturbava a manetta e le donne non ci guardavano molto (’90 e ’91), per poi diventare degli splendidi adolescenti sedicenni con cappotto blu e scarpe da ginnastica, cominciare ad andare oltre l’heavy petting...e così via.

la playlist definitiva servirà per un party anni ’90 definitivo che si svolgerà in sede da definirsi (sarà comunicato sul blog)

la playlist deve raccogliere tutti i maggiori successi dance anni ’90 commerciale (tipologia musicale estinta) e techno.

una volta raccolte circa 3 ore di musica si passerà alla temibile categoria “revival anni ‘90”, per circa un’ora e mezza in totale di musica. insomma la musica deve poter accompagnare una intera serata dalle 23 alle 3 di notte, o in quell’intorno.

io inizio, in ordine cronologico sparso, poi secondo me si dovrà procedere a un minimo di cronologizzazione:

gala – free from desire
temperer – up and down
robert miles – children
culture beat - mr.vain
corona – the rythm of the night
alexia – summer is crazy
dr.alban – no coke
eiffel 65 – blue
double you – please don’t go
sash – encore une fois (che chicca...)
marvin gardens – my body and my soul
gigi d’agostino – l’amour toujours
gala – come into my life

potrei andare avanti ore...vi passo il testimone, visitate il sito di gigi.

6 commenti:

margonne ha detto...

dunque.
attenzione che up and down non è di temperer bensì dei venga boys.
poi quelle che sovvengono sono:
ice mc - it's a rainy day
ice mc - think about the way
2 brothers on the 4th floor - dreams
whigfield - saturday night
haddaway - what is love
culture beat - more and more
afrika bambaataa - pupunanny
2 unlimited - no limits
snap - rythm is a dancer
outhere brothers - pass the toilet paper
sin with sebastian - shut up and sleep with me
20 fingers - short dick man
twenty four seven - i can0t stand it

max ha detto...

sono un po' deluso che nessuno aiuti nella costruzione della playlist...

max ha detto...

questa è per lorenz:

CHIMO BAYO - EXTASI, EXTANO

Anonimo ha detto...

Maestro!!! Sei sicuro che sia lei? Cighidancighididandandan ... Oleeeee!!!
Ora non resta che organizzare la festa. La playlist è già di livello (i miei assi nella manica me li sono giocati martedì sera).
Lorenz

Anonimo ha detto...

azzo hai capito i vecchietti che rimembrano? eheheh

Ma Prodigy e Chemical Brothers dove li avete dimenticati?

Andrea

max ha detto...

chemical brothers ci sono, ma i prodigy sono troppo poco commerciali...