27.2.08

uno specchio dell'italia

tutti dicono che sanremo è lo specchio dell'italia.


comincio a pensare sia vero.


infatti: le canzoni fanno come al solito schifo, ma quest'anno è uno schifo particolare. c'è puzza proprio di fondo, come se più giù di così non si potesse andare. i tiromancino hanno tirato fuori il peggio che potevano fare con un pezzo che non si capisce perchè abbia fatto scandalo per il testo, e una musica a dir poco improbabile. la bertè è sbroccata, fuori di testa, per non parlare dei ggiovani, meglio quelli di amici della de filippi. i finley...vabbè, i finley...
che devi di'...

mattatori (che bella parola), elio e le storie tese, ignudi fra i nudisti, per citare un pezzo del loro ultimo, bellissimo, studentessi.


e così: flop degli ascolti.

tutto questo mi porta alla mente che dobbiamo andare a votare fra poco. me ne ero quasi dimenticato. le canzoni che sentiamo in campagna elettorale hanno l'aria di essere il canto del cigno per molti. la puzza di muffa è ormai troppo forte, si sente parlare "vecchio", silvio è come la bertè, uòlter è come silvio. gli ha copiato il programma. pippo, sei vecchio!

risultato: stracciare le scheda elettorale. tutti a casa. ma tutti, fino all'ultimo stronzo. le persone non sono deficienti fino al punto di vedere sanremo a questo livello.

sanremo e italia si confondono. si candida pippo e boselli presenta il festival con uòlter? chiambretti nel pdl e larussa al dopofestival? la guaccero però è bona, come la melandri. però è più intelligente della melandri! uòlter, è pugliese, è la giusta capolista per la puglia! la tatangelo si schiera a favore delle unioni civili omosessuali, col favore di gigi d'alessio e bertinotti.

per innovare, propongo che le elezioni di aprile vengano fatte con votazione via sms del pubblico da casa sulla base di sfide in stile amici di maria de filippi: gare di canto, ballo e recitazione, più un cavallo di battaglia nel campo del diritto pubblico. ne rimaranno solo due a sfidarsi in finale. il pubblico può votare anche col telefono fisso.

comunque, secondo me il festival, e le elezioni, le vince little tony.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

E se vincessero proprio i tiromancino?
Marina

Anonimo ha detto...

Se Silvio è come la Bertè, perchè non lo sbattono fuori? E qualcuina più grossa l'ha combinata, mi pare... Siamo un paese egoista, forse è questo il problema. Nessuno investe più nulla di proprio perchè tanto ci sono modi più semplici per ottenere gli stessi risultati. Ma così non si va da nessuna parte. Esattamente dove ci troviamo oggi. Lorenz

Andrea ha detto...

io voterò il male maggiore:

http://www.votacthulhu.it/modules/My_eGallery/gallery/manifesti/man20big.jpg