3.10.06

riflessioni anti-interiste


facciamo un piccolo bilancio sull’immagine dell’inter di questi ultimi 6 mesi. e riferimenti alla juve, l’unica che sta pagando duramente per quello che è avvenuto con moggi&co.

l’inter esce fuori “pulita” dalla questione calciopoli o moggiopoli e si candida a baluardo dell’onestà sportiva italiana.

l’interista guido rossi, non solo tifoso, anche ex consigliere di amministrazione, oltre che ex presidente di telecom, allora commisario della figc, strappa dalla maglia bianconera uno scudetto strameritato per cucirlo su quella nerazzurra. i tifosi nerazzuri festeggiano uno scudetto imbarazzante e ri-candidano la squadra a baluardo dell’onestà sportiva italiana.

guido rossi è ora, di nuovo, presidente di telecom, gruppo di telefonia mobile e fissa di proprietà di tonchetti provera, anche nel cda dell’inter.

la juve è in serie b in seguito a uno scandalo di intercettazioni concentrate su moggi, giraudo e qualche designatore arbitrale. le intercettazioni le fa la telecom, quella di tronchetti provera. alcune sono legali e altre sono illegali. quelle per cui la juve va in b sono legali, ordinate dalla procura di napoli.

telecom, quella di tronchetti provera, amico di moratti, presidente dell’inter, fa un casino di intercettazioni illegali. c’è un’inchiesta in corso.

nessuno parla dei passaporti falsi fatti dall’inter per alcuni giocatori, ad esempio recoba.

l’inter in 5 partite raccimola 11 punti e si piazza dietro roma e palermo, nonostante sia la favorita per il campionato di serie a. adriano si incazza per le sostituzioni ma non segna da mesi. ibra fa fatica. crespo si infortuna. il 4-3-3 non va.

mancini, allenatore dell’inter, sempre meno abbronzato e sempre più pallido di domenica in domenica, tira fuori scuse.

la juve ha cambiato completamente dirigenza. errori ne sono stati fatti. tanti. e paghiamo. giustamente.

tavaroli, responsabile della security di telecom, confessa di aver fatto seguire, su ordine dell'inter, de santis, arbitro accusato di favorire la juve.

un tale, bove, dello staff di tavaroli, muore in un misterioso suicidio.

non trascuriamo che l’inter si è presa 2 pappine con il bayern di monaco in champions.

inter-telecom-intercettazioni-guidorossi-pedinamenti-intercettazioniillegali-ombrap2.

lucarelli, ti prego, dedica una puntata di blu notte all’inter! o forse sono talmente degli sfigati che nonostante tutto quell che hanno smosso in questi mesi, nonostanti le centinaia di milioni di euro, i telefoni, i pedinamenti, i passaporti, non riusciranno a vincere il campionato nemmeno quest'anno? io me lo auguro, che arrivino quinti....gli scudetti si vincono sul campo.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Più passa il tempo e più quello che è accaduto al calcio questa estate sembra poco credibile...
Ecco 5 domande scomode:
1. Com'è che tutti i giornalisti sportivi fino alle intercettazioni di Moggi facevano a gara a definirsi suoi amici e poi lo hanno scaricato come se non lo avessero mai incontrato? Tutti caduti dal pero. Piccinini prima e dopo: "Questa sera siamo onorati di avere con noi un grande amico di Controcampo, ci ha fatto questo regalo. E' con noi Luciano Moggi, ciao Luciano!!!!!". "Siamo colpiti da quello che è emerso dalle intercettazioni. Speriamo che si riveli tutto falso, ma certo, se fosse vero, avrebbe dell'incredibile..." Ma dove eravate negli ultimi 5 anni??? Ipocriti.
2. Che differenza passa tra la sudditanza psicologica di cui hanno parlato negli ultimi 20 anni e quanto è accaduto con Moggi e Giraudo?
3. Ma siamo proprio sicuri che Giampiero Boniperti (per restare in casa Juve ma la lista potrebbe essere lunghissima e riguardare tutti i dirigenti di A), modello di comportamento e aplomb "stile Juventus", non telefonasse (dal fisso ai tempi) a designatori e arbitri o magari facesse loro recapitare anche solo dei messaggi??? Mi pare davvero difficile che questo non avvenisse.
4. La sproporzione tra le sanzioni alle diverse squadre non merita neanche di essere commentata (vedi il Milan che festeggia l'accesso alla Champions e rifletti...).
5. Può essere davvero ritenuto irrilevante il divario che si è creato tra la giustizia formale e quella sostanziale? Vado a spiegare. E' vero che il regolamento della giustizia sportiva prevede un regime di responsabilità oggettiva della società per il caso di comportamento antisportivo da parte dei dirigenti. E' altrettanto vero che, dalle risultanze delle intercettazioni, il comportamento di Moggi e Giraudo non può essere considerato sportivo e mirava a condizionare i risultati. E questo basta. E' pur vero che probabilmente la società sapeva in gran parte quello che facevano i suoi dirigenti e magari proprio per quello li aveva assunti e strapagati. Ma la juventus era (ed è io credo) la più forte squadra di A degli ultimi 5 anni. Se si vanno a distillare gli episodi arbitrali a favore dei bianconeri in ciascun campionato si vede che, in media ed in generale, sono pari ai torti. E se si prova a tradurli in punti si scopre che non sarebbero stati determinanti ed avrebbe vinto lo stesso.
Questo cosa significa?
Significa che la legge è stata applicata ma è stata commessa una grande ingiustizia.
Lollo

max ha detto...

grande lorenz!
ti sei letto il mio post su torino?dai lasciami un commento sul torinardo/a...

Giuliano ha detto...

Che palle... Adesso vi mettete a fare le vittime. Basta, siete come Berlusconi. Voi dovevate pagare piu' di tutti e voi pagate. Vi meritate solo di giocare con il crotone, con la KR. Basta fare le vittime. Pagate e tornate a vincere. Non lamentatevi. L'Inter? Ha fatto cio' che doveva fare. Punto e basta.

max ha detto...

ano, hai rotto le palle...gli interisti non li voglio nel blog...e non c'è vittimismo, c'è constatazione di fatti.