8.1.08

che ne sarà di virginia? - 8a puntata

è come se le ore di scuola fossero ferme, come se le lancette dell’orologio in classe si muovessero al rallentatore, come se ogni secondo fosse un’ora, come se...il ticchettio dell’orologio trapana la testa di virginia come una goccia che cade torturandola sulla sua tempia. e non smette mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai....

non esiste nessuno intorno a lei. l’immagine è fissa sul volto di elio.

all’improvviso la campanella suona violentemente e la risveglia da quel coma cosciente in cui era finita. deve trovare elio.

intanto trova cristiana.

-cri ti prego....elio...

-vi, ti giuro, ti giuro non so chi sia elio

non ha la forza di contrastare lo scherzo del cazzo, per cui, in silenzio, si allontana. cristiana rimane attonita mentre virginia diventa sempre più piccola.

mangiare non se ne parla, chiamare qualcuno neanche; a casa, in camera, sul letto. voglio morire. svenire sul divano è la cosa più simile alla morte che le può accadere.

dormire? morire? facciamo dormire.

la sabbia di sonno le si polverizza sugli occhi. e di nuovo vede il deserto. ed elio. improvvisamente il buio e un uomo le appaiono davanti. cazzo, ma è pedro il cantante dei finley....virginia ha un attimo di terrore, poi però l’idea che pedro le stia per parlare la fa quasi svenire (ma non sta dormendo?) dall’emozione.

oddio, pedroooooo....

pedro apre la bocca e non canta, parla.

- sento una dipendenza da una strana sostanza...io....non...posso star senza....io non riesco a....capire...quello che mi....succede....sento il cuore che batte....SENTO IL CUORE CHE BATTE...

oddio, ma che ha? cosa mi vuole dire...improvvisamente fiamme alla sue spalle, il suo volto si trasforma lentamente in quello dell’uomo che le parlava dallo specchio....pizzetto....occhi di fiamma...sorriso beffardo....MEFISTOFELE....

- non so come ma da un po’ sento la necessità di sfogare la mia rabbia...indovina come mai....ce l’ho proprio su con te....

ommioddio....mi devo svegliare....mi devo svegliare...ah...

fiatone e di nuovo sveglia. guarda lo specchio. quell’uomo è lì. ride senza far rumore. devo capire qualcosa ci devo capire qualcosa! cosa ho fatto a elio???

(continua)

ps. le parole di pedro sono tratte dai testi di adrenalina e niente da perdere dei finley...

2 commenti:

Andrea ha detto...

voglio una storiad'amore tra pedro e avril lavigne.

Anonimo ha detto...

io invece voglio un incontro con il mio zampa....
vi
ps: questa storia diventa sempre più eccitante!