22.1.07

don camillo

“la sofferta decisione di non concederlo (il funerale in chiesa a welby, ndr) nasce dal fatto che il defunto, fino alla fine, ha perseverato lucidamente e consapevolmente nella volontà di porre termine alla propria vita: in quelle condizioni una decisione diversa sarebbe stata per la chiesa impossibile e contraddittoria, perché avrebbe legittimato un atteggiamento contrario alla legge di dio”
don camillo ruini

questo e altre cose (allucinanti) su pacs/vs/famiglia, eutanasia, matrimonio...

la legge di dio.

ma abbiamo veramente bisogno di un dio come questo?

e dove è scritto che dio ha dettato lui stesso le sue leggi, così insensate. io non ci credo, non me la date a bere.

mi sembra proprio di stare in un cartone animato politically incorrect, tipo i simpson, tipo south park, questi luoghi che poi effettivamente diventano reali, seppur estremi.

la chiesa è oramai la caricatura di se stessa, ha la faccia di ruini e nazi-nger, di quelle identificabili con il vecchietto cattivo che ti vuole violentare, una specie di mr.burns in carne e ossa, con la differenza che lui, qualche volta, fa tenerezza nella sua cattiveria. perchè è solo, ha solo i soldi e il potere.

ma forse anche loro, il papa e i suoi cardinali, si sentono soli di tanto in tanto. sentono il bisogno di un rapporto umano, DI UNA DONNA!!! nelle loro stanze con troni d’oro e centinaia di suore baffute...

mi sembra anche di essere in quella meravigliosa serie vertigo che era preacher.

mi sembra di stare in un medioevo moderno, gli ingredienti ci sono tutti: crociate, oscurantismo, caccia alle streghe, integralismo, impiccagione in piazza. proprio come in preacher. una specie di grande texas. il mondo è come un grande texas. a volte la realtà supera la fantasia.

non è che dio è un disegnatore di fumetti underground?

2 commenti:

Manfredi ha detto...

A me, all'epoca, The Preacher non era piaciuto. Lo trovavo volgare e ovvio. Forse però me lo dovrei rileggere.

max ha detto...

a me era piaciuto molto, invece. certo, volgare, però ironico e sopra le righe, divertente. e poi la figura del vampiro con gli occhiali da sole la adoravo.