10.1.07

laponocomment


ora, va bene tutto, però, perchè nessuno gli chiede cosa cazzo ci faceva vestito da donna in overdose di coca in casa di un travestito pugliese di 60 anni?

possibile che in questo paese tutto sia possibile? persino che il rampollo della casata agnelli sia libero di fare quello che gli pare, del tutto legittimo, ma poi ci venga proposto come un modello da seguire?

allora veramente volete che ci rinchiudiamo in casa? d’altronde cosa devo fare? devo smettere di tifare juve? non posso...

ma gli fanno aprire una linea di vestiti....oooohhh?!?! ci va carlo caracciolo, all’apertura....ci rendiamo conto del degrado che il paese sta subendo?

oppure veramente tocca fare una rivoluzione, una rivolta, una trasformazione...qualcosa...

vabbè...

avrei dovuto farlo qualche tempo fa, però vi consiglio un disco: sufjan stevens – songs for christmas, un cofanetto di canzoni di natale in salsa indie che, nonostante sia passata la befana non riesco a togliere dal lettore. ascoltateli tutti di fila, i 5 cd, dal volume 1 al 5, e notate come, nel corso del dipanarsi delle canzoni, queste cambino, diventino più complesse...bellissimo, un grande artista.

6 commenti:

ponchia ha detto...

di lapo non si può dire!
di cd invece....orphans di tom waits!!! uno dei cofanetti più belli di sempre! e chi non la pensa così...si merita lapo!

max ha detto...

sei il solito vetero...

Haba ha detto...

Dovremmo fare come in cina: vieni beccato, ti fai 4 mesi di galera e poi una bella esecuzione in pubblica piazza!

Anonimo ha detto...

E' la velocità con cui vengono fatti questi lavaggi di reputazione che è inquietante. E' passato poco più di un anno dalla gita al Mauriziano in tacchi a spillo e questa è l'associazione di idee che i media propongono su Lapo:
1. E' un genio del marketing
2. E' un figo perchè è un dandy come il nonno
3. Ha tanti amici in tutto il mondo
4. Vive a New York e lavora per le più grandi aziende come consulente
5. Ama la Fiat, la Juve e l'Italia più di ogni altra cosa.
6...
7...
...
25 (o dopo). Una volta tanti anni fa a Torino ha fatto una piccola cazzatina, con della droga, ma si capisce, sono ragazzi...

Lorenz

Anonimo ha detto...

che dirti amico mio...? quale senso librarsi contro lapo, perfido burattino compiaciuto? un tamarro, non ostante sia figlio di tanto padre (o meglio nipote di tanto nonno). cosa dovrebbe fare? smettere di fare the urban cowboy, arbiter elegantiourum? e perchè mai? tu lo faresti? con bdg illimitati e gran cassa mediatica garantita dai proficui infvestimenti di Fiat sui magazines? o dal controllo sugli editori? no... lo faremmo tutti: rimpirci di tatuaggi come ergastolani, proporre occhiali da 1.000 euroni, essere sempre in felpa, con lo sguardo da sfasciacarrozze calabrese che va a caccia di estoni sul lungomare di cattolica... ma veniamo a noi: finita l'ordalia natalizia, inseriti nel grand guignol dei saldi, finalmente siamo approdati al lungo inverno che precede le ferie estive. il nostro mondo interno si riabitua a svegliarsi la mattina senza la meta delle vacanze... ora saremo un po' produttivi fini a noi stessi. il mondo tornerà come lo avevamo lasciato a novembre, prima che i canali unificati ci rammentasero l'imminenza della natività. tutto ci passa addosso senza scossoni: l'attacco iuesei in etiopia (o eritrea? o somalia? comunque là dove sono tutti negretti) è molto meno importante rispetto alla tintoria che chiude ed io sono senza camicie per domani... lunedì ho una riunioncina importantissima, e quelli della gazprom facciano un po' quello che credono, tanto io il caffè me lo faccio lo stesso tutte le mattine... mio figlio non lo so, saranno affari suoi... inverno mite, che bello. pazienza se gli orsi non sono andati in letargo, tanto non è che lavorino tutta l'estate, quando avranno sonno dormiranno; parole e fiato sconnessi fra loro, di un piccolo baricentro nemmeno a parlarne... forse nemmeno ci interessa. buon viaggio per il canadà, magari da quella parte di mondo lo scenario è meno sconfortante...

edùs

ponchia ha detto...

si chiama italian style!
diversi "nostri" testimonial nel mondo.
1. Flavio Briatore
2. Roberto Cavalli
3. Eros Ramazzotti
4. Silvio Berlusconi

...qualche "vetero" predilige Renzo Piano, Rita Levi Montalcini, Paolo Conte, Azeglio Ciampi....ma non ci allarmiamo, in quanto "vetero" stanno sparendo.